Vita Parrocchiale 2014
50 ordinazione don Aldo Borgia 2014 PDF Stampa

DOMENICA 29 GIUGNO 2014

FESTA PER DON ALDO PER I 50 ANNI DI SACERDOZIO

 

Lo scorso inverno, strane riunioni quasi segrete, sussurri tra persone e gruppi, facevano pensare ad un ritorno in paese delle logge carbonare dell’ottocento: erano i preparativi  per la bella festa organizzata per il 50° di ordinazione sacerdotale di don Romualdo Borgia.  Le comunità di Montanaro e Pogliani, coinvolgendo fedeli, Comune, Pro loco, Cantoni e Associazioni si sono strette attorno al loro parroco per ringraziare il Signore del dono del sacerdozio ed esprimergli affetto e gratitudine per il servizio reso.

Tutto era iniziato venerdì sera, 27 giugno, con la veglia di preghiera e l’Adorazione Eucaristica, organizzata dal seminario di Ivrea a cui ha partecipato mons. Pier Giorgio Debernardi, Vescovo di Pinerolo.

Alla S.Messa di ringraziamento e festeggiamento di domenica 29, oltre ad un gran numero di fedeli, hanno partecipato anche i fratelli del don, parenti ed alcuni amici provenienti da Caluso, il paese natale, e Chivasso, parrocchia retta in precedenza. Alla fine un piccolo momento conviviale per tutti, offerto dal Comune.

La prima sorpresa per il don Aldo, è stata la presenza del Vescovo Edoardo: entrato furtivamente dalla porta centrale e nascosto dai gonfaloni, ha ricevuto il parroco al termine della breve processione iniziale. “Non potevo mancare a questa celebrazione, e ho chiesto di anticipare la funzione per poter essere presente … Grazie! Grazie a  nome di tutta la Diocesi da me qui rappresentata, per questi 50 anni di cammino e di fedeltà, per questi 50 anni di impegno nella vigna del Signore, al servizio di quel campo nel quale tutti siamo mandati”.

 

 

E subito la seconda sorpresa… E’ arrivato anche il saluto di Papa Francesco che il Vescovo ha letto: “Sua Santità Francesco impartisce la benedizione apostolica al canonico Romualdo Borgia nel 50° anniversario di ordinazione e a tutti i famigliari, congiunti e quanti a lui si uniscono nel rendimento di grazie al Signore per il dono del Sacerdozio …”

 

 

 

 

 

 

 

Durante la l’omelia don Aldo, come ogni domenica, prima ha commentato le letture, “perché questo è il mio servizio”, poi ha continuato parlando brevemente della sua scelta e ringraziando Dio con la recita del “Credo”, scritto da Josè George Bergoglio, il giorno della sua ordinazione. “Ciò che volevo allora, era molto semplice e l’ho scritto sulla piccola immaginetta ricordo, una richiesta di preghiera:<<pregate perché il mio sacerdozio porti la pace e la gioia di Cristo alle anime>>.   Un impegno che don Aldo trasmette ogni giorno, con la sua dedizione al servizio di tutti, con il suo amore per Dio e per le anime che gli sono state affidate.

Al termine del funzione, gli auguri e il dono del sindaco e infine ancora un ultima grande sorpresa: Il dono del Papa Emerito Benedetto XVI, il suo libro sull’anno della fede e una sua fotografia, autografati.

Grazie don Aldo, anche le lacrime della tua commozione ci hanno regalato momenti intensi, nei quali abbiamo potuto apprezzare la tua semplicità e il tuo affetto per tutti noi.  Grazie per il tuo servizio presbiteriale, la tua disponibilità per tutti in qualunque momento della giornata, grazie per le lunghe chiacchierate di fede, calcio e  vita. Grazie per aver ascoltato la chiamata del Signore e aver avuto la forza di rispondere “”: con quella scelta hai cambiato la tua vita ma anche quella di tanti che ti hanno conosciuto e apprezzato.

Ci uniamo al nostro Vescovo per augurati: ”tanti e tanti anni ancora, perché la diocesi ne ha bisogno, e perché è bello invecchiare nella vigna del Signore!”.

Sergio Danzero

 
Anniversari Matrimonio 2014 PDF Stampa

Domenica 15 giugno 2014

Festa Anniversari di Matrimonio

 

La celebrazione degli anniversari è diventata un appuntamento annuale per tutta la parrocchia di Montanaro in occasione del quale le coppie, che hanno ricevuto il sacramento del matrimonio, rinnovano comunitariamente le promesse nuziali alla presenza di amici, figli e nipoti nel corso della messa delle ore 10,30.  Domenica 15 giugno, per l’occasione c’erano diverse coppie che festeggiavano dal primo al sessantesimo anniversario.  Sessant’anni, che fortuna, viene da pensare! Ma una vita insieme con amore, non è questione di “fortuna”, ma è frutto di scelte, di impegno e di sacrifici.  Scelte e impegno che generalmente non sono spontanee ma espressione di volontà sostenuta dalla grazia del Signore.

E’ stato un momento di testimonianza per tutta la comunità,  oltre che una occasione per festeggiare con un ricordo particolare tutti i “pentanniversari” dal primo in poi.

Alcune foto ricordo ed un brindisi, durante il rinfresco organizzato dal parroco, don Aldo Borgia, presso l'oratorio , hanno completato la festa.

Nella foto: le coppie più giovani (primo anno) e le più anziane (60 anni) -  Auguri !!!!!

Sergio Danzero

 
S. Cresime 2014 PDF Stampa
Lunedì 26 Maggio 2014 06:17

Domenica 18 maggio 2014

S. CRESIME

Domenica 18 maggio alle ore 16 nella chiesa parrocchiale 36 ragazzi e ragazze hanno ricevuto il sacramento della Cresima.

Il Vescovo Mons Edoardo Cerrato ha incontrato i cresimandi, prima della cerimonia, in oratorio in un’atmosfera cordiale ed affettuosa, tra scambi di battute e sorrisi: un Pastore con le sue pecorelle.

Poi, in una chiesa gremita di parenti ed amici, i ragazzi hanno ordinatamente raggiunto i loro posti ed è iniziato il rito.

Nell’omelia, particolarmente e profonda e dedicata a tutti, ai giovani che stavano per ricevere il sacramento e che si affacciano alla vita e ai meno giovani, il Vescovo ha ricordato che Dio è nostro Padre, Gesù nostro fratello e noi siamo la dimora dello Spirito Santo ed ha sottolineato l’importanza della preghiera quotidiana, quella semplice di figli che si rivolgono al Padre e alla Madre celeste. Ha inoltre ricordato che un vero cristiano è caritatevole nei riguardi dei fratelli più sfortunati.

In un’atmosfera raccolta e silenziosa, a testimonianza della solennità del momento, i cresimandi, emozionati, hanno ricevuto dalle mani del Vescovo il sacramento della Cresima

In finale dopo la benedizione tutti sull’altare per la foto ricordo con il Vescovo, il Parroco Don Aldo e le catechiste.  Un grazie particolare al coro che ha sottolineato con passione e coinvolgimento i vari momenti della cerimonia.

 
Via Crucis 2014 PDF Stampa

Venerdì 18 aprile 2014

VIA CRUCIS

 

Venerdì 18 aprile 2014, si è svolta la ormai tradizionale Via Crucis cittadina per le vie di Montanaro. Come ormai di diversi anni, oltre ai fedeli, questo appuntamento cerca di coinvolgere i giovani Cresimandi, facendo loro rivivere il cammino di Gesù verso il compimento del suo sacrificio più grande.  A loro il compito di “portare” la Croce durante il tragitto.

Pregando la Via Crucis non possiamo fare a meno di vedere nella Croce di Gesù tutte le sofferenze del mondo. É diventata un pellegrinaggio e una preghiera nella quale siamo invitati a contemplare i passi del dolore che Gesù ha subito per ridare la vita al mondo. La Via Crucis ci fa rivivere l’ultimo tratto del cammino percorso dal Figlio di Dio durante la sua vita terrena, una vita tracciata dallo Spirito: all’inizio della missione lo Spirito lo aveva condotto nel deserto (cf. Lc 4, 1); e infine, sempre lo Spirito, lo sospinse verso il Calvario (cf. Lc 12, 49–50). E l’ultimo tratto del cammino è indicibilmente duro e doloroso.

Le stazioni scelte dal parroco Don Aldo Borgia, ci mostrano che ogni incontro di Gesù, su quella via di dolore, con amici, con nemici, con indifferenti, è per noi occasione di insegnamento, ed ogni sua parola ed anche il suo silenzio, è motivo di riflessione sulle nostra vita di ogni giorno verso coloro che sono più vicini a noi e spesso neppure “vediamo”.

                                    Sergio  Danzero

 
Cena del Signore in Oratorio 2014 PDF Stampa

Sabato 12 aprile 2014

Cena del Signore in oratorio

 

“Questo è il mio corpo offerto per voi”. In queste poche parole è racchiuso il grande mistero del sacrificio di Gesù. Ma come è possibile avvicinare cinquantadue bambini di terza elementare ad un gesto tanto grande e così difficile da comprendere?

Don Aldo e i catechisti di Montanaro hanno pensato, come ormai da diversi anni, di proporre ai bambini che si preparano a ricevere l’Eucaristia per la prima volta, di rivivere tutti insieme all’oratorio l’Ultima Cena di Gesù.

Ed ecco allora, sul tavolo comparire le erbe amare, le uova sode, il charoset, il calice del  vino e naturalmente un grandissimo pane azzimo.

I bambini hanno potuto  rivivere in qualche modo, la cena pasquale ebraica ed essere protagonisti del dialogo nel quale i bambini ebrei  ricordano la liberazione del popolo d’Israele.

Al termine dell’incontro, il pane è stato spezzato ed offerto a tutti, genitori compresi, come gesto di condivisione.

                                    Le catechiste

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2